Pistola da softair. Caratteristiche, tipologie e come scegliere

Il softair sta assumendo sempre più interesse in ambito nazionale. Vera e propria specialità sportiva adatta a molti, se non a tutti, coniuga attività all’aria aperta, strategia e tattica in una simulazione che include solitamente due squadre ed un numero variabile di persone in base alla disponibilità ed al tipo di simulazione che si desidera “mettere in atto”.
Le armi utilizzate nel softair sono delle repliche più o meno fedeli di armi originali, utilizzate nelle battaglie del passato o ancora oggi in dotazione agli eserciti del mondo. Se l’arma principe della specialità è il fucile da softair declinato nelle sue varie forme, la seconda arma, accessorio indispensabile per le fasi concitate della battaglia o per alcuni momenti specifici, è la pistola da softair.

Come scegliere la propria pistola da softair.

Il primo fattore a cui dedicare la propria attenzione è nel sistema di funzionamento della propria arma, che solitamente è di tre (quasi quattro) diversi tipi.
Sistemi di funzionamento elettrico: questo sistema di azionamento del proiettile è azionato da una batteria. La stessa dà un impulso elettrico alla pressione del grilletto, azionando il ciclo dello sparo. Solitamente utilizzato in molti modelli automatici, è probabilmente la soluzione più scelta tra gli appassionati della disciplina. Soluzione molto performante.
Sistemi di funzionamento a molla: le pistole da softair realizzate con questo sistema presentano un carrello nella parte superiore dell’arma. Il movimento manuale dello stesso carica la molla, la quale rilascia tutta la sua energia alla pressione del grilletto. Sistema senza necessità di batterie o bombolette di gas, permette un tiro singolo prima della ricarica.
Sistemi di funzionamento a gas: sistema molto semplice dal punto di vista del funzionamento, non prevede molti movimenti meccanici, rendendo la pistola softair più resistente. Nelle pistole da softair a gas il pallino viene infatti espulso tramite la spinta rilasciata dal gas compresso che fuoriesce dal contenitore. Esistono normalmente due tipologie di gas presenti in commercio; il Green gas ed il CO2. Entrambi i gas hanno vantaggi e controindicazioni. Il Green Gas è normalmente più performante, ma questo propellente non funziona bene quando ci si trova a temperature inferiori ai 15 gradi centigradi. All’opposto il gas CO2 non ha alcuna limitazione in termini di temperatura d’uso ma richiede una maggiore manutenzione dell’arma.

Altri fattori da considerare
Molti altri i fattori da considerare nella fase di scelta della propria pistola da softair, in particolare:
Aspetto estetico: le pistole da softair sono riproduzioni di armi realmente esistenti, una copia fedele è bella da vedere e conservare.
Gittata di tiro: Fattore non così essenziale per un’arma che si utilizza negli scontri ravvicinati, avere comunque qualche metro in più di “disponibilità” non fa mai male.
Possibilità di montare accessori: mai precludersi da subito la possibilità di montare qualcosa in più, come ad esempio un silenziatore o un mirino.
Numero di proiettili caricabili: il numero di pallini caricabili nel caricatore varia tra un modello ed un altro.
Materiale in cui la pistola da softair è realizzata: la scelta è solitamente tra metallo e plastica, nel primo caso ad un costo e peso solitamente maggiore si unisce anche un costo più elevato.



Scegli la tua pistola da softair al miglior prezzo sullo shop online di Armi Antiche San Marino