Magazine

Softair.blog, il tuo magazine online dedicato alla guerra simulata!

Benvenuto sul nostro blog dedicato all’Air Soft, il nostro staff esperto pubblica continuamente curiosità sul mondo del Softair e nuovi prodotti interessanti per chi ha la passione per le simulazioni di guerra. Sul nostro blog puoi trovare degli interessanti approfondimenti sui nuovi prodotti che ciclicamente vengono messi in commercio, sia per quanto riguarda l’abbigliamento tattico che sul fronte delle Air Soft Gun (armi ad aria compressa). Inoltre, pubblichiamo tante novità e curiosità su questo ambiente: delle vere chicche per chi lo ama.

Ma non è tutto qui: a chi piace praticare il Softair, solitamente piace anche la vita all’aria aperta, quindi punteremo un focus anche sulle attrezzature per l’outdoor e tutto ciò che può servire per divertirsi in sicurezza all’aperto, in ambienti naturali e boschivi.

Resta in contatto con noi di Softair.blog, iscriviti alla nostra newsletter per non perderti nessuno dei nostri aggiornamenti!

 

Cos’è il Softair?

Se siete già degli appassionati, non vi serve leggere queste righe, ma se vi state avvicinando adesso a questo vasto mondo, allora forse questa breve e semplice spiegazione vi sarà utile.

Il Softair o Air Soft è un’attività sportiva e ludica che simula delle azioni militari senza però comprendere alcun tipo di violenza. Le armi utilizzate sono delle repliche di armi vere che sparano innocui pallini di plastica. Nato in Giappone negli anni ’80, il Softair diventa presto famoso nel mondo, e così si diffondono le armi e l’attrezzatura adatti per praticarlo.

In Italia il Softair è riconosciuto dal CONI come sport e ogni anno si svolgono numerosi campionati. I campi da gioco si dividono tra boschivi e urbani, alcuni prevedono entrambe le ambientazioni.

Ci sono grosse differenze tra Softair e Paintball, sebbene si svolgano entrambe su campi di battaglia simulati ed entrambi applichino delle strategie militari: il primo utilizza repliche di armi reali che sparano pallini innocui, il secondo invece ha bisogno di un’arma con una spinta maggiore per permettere al proiettile di vernice di raggiungere la giusta distanza e almeno la potenza minima perché si rompa e faccia fuoriuscire la vernice. Entrambe le discipline comunque, necessitano di dispositivi di sicurezza e apparecchiature di protezione individuale.

Le simulazioni di guerra possono essere molto fantasiose, infatti esistono diversi tipi di giocate, diurne o notturne, a squadre, a ruba bandiera e molte altre sia ambientate nei boschi che in contesti urbani. Le giocate migliori sono quelle bene organizzate: ce ne sono alcune che mettono in scena delle situazioni realmente affrontate dalle forze speciali, come delle liberazioni di prigionieri rapiti o la caccia a un ricercato.

Le partite semplici di solito durano dalle 4 alle 8 ore, quelle da 12 ore invece si giocano in contesti di simulazioni o per tornei ufficiali. Esistono addirittura giocate che durano uno o due giorni ma si tratta di eventi impegnativi sia a livello fisico che per la quantità di materiale necessario. In questo caso si parla di Hard Softair (HSA), molto impegnativo, ma anche molto soddisfacente.

Il Mil-Sim

Si tratta delle battaglie più dure e lunghe, mirano a simulare il più possibile una battaglia realistica, le fazioni solitamente sono molto specifiche e direttamente in contrasto, e gli equipaggiamenti sono il più possibile simili alla realtà.

Speed-Soft

Potremmo dire che è il contrario dello stile precedente. Sacrifica le tattiche militari a favore del fattore sorpresa. Più leggero come abbigliamento e pensato per essere poco impegnativo a livello di attrezzatura, è uno stile praticato per lo più in giocate rapide.

 

L’equipaggiamento da Softair

Le armi, innanzitutto. Possono essere elettriche, a gas (o green gas) o a molla. Negli anni sono molte le aziende che hanno scelto di specializzarsi in repliche di armi per simulazione militare e ormai si possono trovare in commercio centinaia fra fucili, mitragliatrici e pistole che si possono utilizzare durante una giocata di Softair. Proprio grazie a quest’ampia varietà, Le ASG (Airsoft gun) in vendita prevedono tante fasce di prezzo e diverse caratteristiche.

L’ideale per molti giocatori è quello di avere un’arma principale (di solito un fucile o una mitragliatrice) e una secondaria, solitamente una pistola da tenere al fianco, più agile e leggera.

Esistono, sebbene non siano molto usate, le granate, i lancia granate e le bombe. Dipende dal tipo di giocata a cui si partecipa, in certe simulazioni specifiche possono essere utilizzate per aumentare il realismo della battaglia.

Fra i fucili e i mitragliatori da Softair più popolari ci sono le repliche di M4, M1 e M40, M60, MK12, mentre riguardo le pistole sono senza dubbio molto gettonate le Colt, le Glock e le Beretta. Particolarmente amate sono le pistole scarrellanti (a gas o a Co2): piacciono molto per il contraccolpo realistico dato dal sistema scarrellante, è uguale a quello di un’arma vera!

L’abbigliamento e gli accessori

Molto importante per essere comodi, è un abbigliamento militare con caratteristiche specifiche. Uniformi militari, divise, giacche, magliette, pantaloni e anfibi, meglio se idrorepellenti, non solo per proteggersi dalla pioggia, ma per affrontare ambienti in cui sono presenti fiumi e canali. Meglio ancora se mimetici per confondersi nell’ambiente. Esistono diversi pattern mimetici con diverse tonalità, da quelli ideali per gli ambienti boscosi, a quelli grigi per i paesaggi urbani, fino a quelli color sabbia e tan per gli ambienti brulli.

Se si partecipa a una simulazione specifica, una rievocazione di una battaglia storica, allora si sceglieranno armi e divise di un certo tipo, adatte all’epoca storica e alla tecnologia utilizzata nella battaglia che si va a rievocare.

Molto comodi sono i gilet con sistema molle con tasche porta caricatori, gli zaini che contengono un porta sistema di idratazione e tutto ciò che serve per affrontare anche un eventuale campeggio, per quelle simulazioni che durano anche 48 ore. Fra gli accessori ci sono torcia, orologio, bussola, radio per comunicare con la squadra, bipiedi, munizioni, kit di primo soccorso e molto altro. Per migliorare le prestazioni sono sicuramente molto comodi i Red Dot (punti rossi che aiutano la mira), i visori notturni, le torce da applicare al fucile e alla pistola e i visori termici.

Praticare Softair in sicurezza

Tutto questo deve essere assolutamente corredato dalle protezioni agli occhi, obbligatorie per regola. Certamente, sono consigliate anche le ginocchiere, le gomitiere, i guanti e i caschi per poter giocare in tutta sicurezza, ma le difese oculari come occhiali balistici e protettivi o le maschere con protezione per gli occhi integrata sono indispensabili.

Marchi e produttori

Come detto in precedenza, sono molte le aziende che hanno dedicato la loro produzione all’abbigliamento tattico, alle armi da Softair, agli accessori, alle munizioni e ai ricambi. Fra i principali vale la pena citare 101 INC, Aimo, APS, Ares, Big Dragon, Cybergun, Cyma, D-Boys, Defcon 5, Double Eagle, Element, Emerson, Evolution Arisoft, Exagon, FPS, G&G, ICS, Jing Gong, JS-Tactical, Lancer Tactical, Lonex, Madbull, Mil-Tec, MFH, Modify, Retro Arms, Royal, SHS, Swiss Arms, Umarex, Vega Holster, VFC, Vortex, Wadsn, We, Well, Wosport, Z-Tactical e molti altri.

 

Softair.blog, il punto di riferimento per la tua passione

Salva il nostro sito fra i preferiti o iscriviti alla nostra newsletter! Resta in contatto con noi per essere sempre informato sui nuovi prodotti in uscita, sulle opinioni degli esperti nel settore e tante curiosità sulla pratica ludico sportiva che ami! Softair.blog, il luogo del Softair!