Equipaggiamento Softair base: gli elementi per iniziare

Parlare di equipaggiamento Softair significa parlare di tutti quegli elementi (tuta, elmetto, occhiali) pensati per proteggersi e mimetizzarsi nel migliore dei modi. Per muovere i primi passi sul campo di battaglia, il softgunner avrà bisogno di:

  • tuta mimetica;
  • occhiali o maschera per proteggere il viso;
  • anfibi;
  • fucile e pallini.

Come detto, questo abbigliamento di base è perfetto per mimetizzarsi, rendere il combattimento più realistico e proteggersi in boschi e spazi aperti, che fanno da sfondo alle partite da Softair. Allo stesso modo un buon paio di calzature rinforzate, anfibi militari o scarponi da montagna sono indispensabili per muoversi in sicurezza anche sui terreni accidentati.

Non bisogna dimenticare l’importanza di coprire il volto e gli occhi dai pallini sparati dalle armi ad aria compressa. A questo proposito, il nostro consiglio è quello di acquistare un paio di occhialini o una maschera in rete metallica a trame strette, soprattutto se la battaglia si svolge in condizioni di scarsa visibilità.
Completa l’equipaggiamento Softair l’elmetto militare, che i principianti possono sostituire con un cappello o berretto.

Equipaggiamento Softair: le armi per chi comincia
Indipendentemente dal fatto di giocare in difesa o in attacco, chi pratica Softair deve includere nel suo equipaggiamento le migliori armi. Per fare bella figura sul campo si consiglia di acquistare: air soft gun ASC, fucile elettrico, arma ad aria compressa con caricatore e pallini softair in plastica biodegradabile.
Per il corretto funzionamento dell’arma si acquisteranno anche il caricabatterie e o scarica batterie, essenziale per una buona manutenzione.

Mimetica e anfibi: gli elementi indispensabili
Chi pratica Softair deve acquistare per prima cosa la mimetica e gli anfibi. Nel primo caso sarà importante fare attenzione a bottoni, cerniere e tasche e le marche migliori sono sicuramente DPM e Marpat. Per quanto riguarda i costi, una mimetica nuova si aggira sugli 80 euro, mentre usata costa sui 40 euro. Attenzione, però, che non sia scolorita.
Ai piedi del softgunner non devono mancare un buon paio di anfibi, capaci di assicurare tenuta e protezione anche sul terreno più sconnesso e accidentato. Inoltre, poter contare su scarpe alte e impermeabili è particolarmente utile se piove o si deve guadare un fiume.

Occhiali di protezione: l’accessorio in più per proteggere gli occhi
Nell’equipaggiamento base da Softair consigliamo di includere, infine, gli occhialini, da non togliere mai e da pulire tenendoli addosso se si appannano. Un’alternativa per chi suda molto sono le maschere a rete di ferro, che non si appannano

Altri accessori per chi pratica Softair
L’ultimo consiglio per chi pratica Softair è quello di portare sempre con voi integratori salini e bevande energetiche per reintegrare i liquidi persi durante il combattimento. Praticare Softair è uno sport faticoso e il dispendio di energie durante la partita veramente alto.

A questo abbigliamento Softair base si devono aggiungere le armi, il carica batteria, lo scarica batteria e tutti gli accessori per la manutenzione dell’attrezzatura. I giocatori più esperti potranno poi scendere in campo muniti di binocolo, per avere sempre la visione completa dell’area di gioco e individuare i nemici.