Pistole a gas, un’ottima scelta per il softair, ma come sceglierla?

La pratica del softair raccoglie ad ogni stagione sempre più appassionati. La motivazione è semplice da capire, visto che questo sport permette di unire la passione per l’aria aperta al movimento, l’azione e la strategia. Un insieme di fattori che rende questa specialità unita tra le preferite da persone di ogni età e genere. Giocatori accomunati solamente dalla dotazione, soprattutto per quanto riguarda quelle armi che si possono considerare “universali” come ad esempio le pistole a gas.
Replica più o meno fedele delle armi utilizzate in scenari di guerra o polizieschi, le pistole a gas si possono considerare un’arma poliedrica, adatta ad ogni ruolo del softair, come arma principale o secondaria, perfetta per le fasi concitate della battaglia o come arma di riserva è un must-have per qualsiasi combattente.

Caratteristiche delle pistole a gas
Come si può evincere dal nome, le pistole a gas utilizzano per il lancio del propellente una miscela di vari gas naturali tra cui propano, butano, pentano ed una piccola percentuale di lubrificante siliconico. Nelle pistole a gas il caricatore presenta all’interno dell’arma un serbatoio dedicato al gas. La ricarica dello stesso avviene tramite una bomboletta apposita. Il principio di funzionamento dell’arma è quindi molto semplice, in quanto l’azionamento del grilletto rilascia una predeterminata quantità di gas che va a spingere il proiettile senza la necessità di particolari parti in movimento.

Vantaggi delle pistole a gas
La struttura con cui è realizzata la pistola la rende più robusta e meno suscettibile ad urti e bloccaggi rispetto alle altre tipologie realizzative. Il tipo di propulsione rende poi la gittata e la potenza del tiro molto più performante rispetto ad una pistola elettrica di simile categoria.

Svantaggi delle pistole a gas
Nonostante i tanti vantaggi le pistole a gas non sono comunque ancora armi perfette, come dimostrano un paio di debolezze insite nel sistema di propulsione. La prima è data dalla scarsa capacità del serbatoio, che garantisce non più di 20 colpi, sufficienti in molti casi ma non in tutte le occasioni. La seconda in una caratteristica fisiologica del gas che segue i dettami della Legge di Boyle, un enunciato della fisica che illustra una correlazione tra la temperatura dell’ambiente e la pressione di un gas. Dal punto di vista del giocatore di softair, questa legge indica che all’abbassarsi della temperatura ambientale si avrà anche un calo di potenza e gittata dell’arma. Si potrebbe dire quindi che questa arma è perfetta per sfide in scenari estivi o comunque temperati, mentre è meglio scegliere altro in inverno o nelle fresche mattine di primavera ed autunno.
Il problema si può ovviare in base al tipo di gas scelto. Il Green Gas, tipologia di propulsore molto performante, risente delle basse temperature (sotto ai 15 gradi). Il gas CO2 non risente invece della temperatura ma rende la manutenzione dell’arma più frequente e più approfondita.

Fattori da considerare nella scelta delle pistole a gas:
Sono vari i fattori oggettivi e soggettivi da considerare in fase di scelta della nostra nuova pistola a gas. In particolare:

  • Aspetto estetico e fedeltà all’originale
  • Materiale in cui la pistola a gas é realizzata
  • Costo 
  • Dimensione del serbatoio del gas
  • Gittata e potenza di tiro
  • Numero di proiettili caricabili
  • Possibilità di aggiungere accessori

Stabilite le proprie scelte, identificare l’arma perfetta per le nostre esigenze diverrà un’operazione semplice e l’arma scelta diverrà velocemente una delle tue preferite.

Scopri una vasta selezione di pistole a gas