Le differenze tra softair e paintball

Apparentemente molto simili agli occhi dei neofiti, il softair e il paintball sono in realtà attività diverse tra loro.

Il softair è uno sport in cui i giocatori si impegnano in combattimenti simulati con repliche di armi da fuoco aderenti alla realtà. A dispetto del paintball, il softair si focalizza sul fornire una simulazione militare a 360 gradi.

Mentre i marcatori – le armi utilizzate nel paintball – non assomigliano a pistole “reali”, i RIF (Realistic Imitation Firearms) softair sono invece modellati su vere armi da fuoco e sono quasi indistinguibili da quelle originali.

In breve, il softair simula un’esperienza di guerra realistica e totalizzante, anche grazie a un equipaggiamento più completo e vario; il paintball esalta l’aspetto ludico del gioco, ma non offre la stessa varietà a livello di attrezzatura e di strategia.

Due ‘filosofie’ a confronto: paintball vs softair

L’origine del softair è da individuare nella ricerca di autenticità e realismo che permeava il Giappone degli anni ‘70. In questo periodo, in seguito al divieto di possedere armi da fuoco, nel Paese del Sol Levante si accese l’interesse dei collezionisti nei confronti di repliche e ricostruzioni di qualità.

Il paintball, invece, non ricerca la stessa adesione realistica del softair, ma è più simile a uno sport veloce, tattico e dipendente dalle abilità individuali.

Il softair è un gioco dal ritmo ragionato, che ha più a che fare con la strategia e la pazienza di gruppo e riguarda l’immersione propria di un gioco di ruolo: i tipi di armi, tattiche e missioni sono progettate per imitare quelle dei soldati e delle battaglie reali.

Marcatori contro repliche

Il tipo di arma utilizzata è uno dei principali elementi differenzianti tra le due discipline.

Nel paintball, le ‘armi’ prendono il nome di marcatori (marker), così chiamati perché venivano usati per marcare il bestiame nelle fattorie. I marcatori sparano le cosiddette paintball, che sono delle palline composte da gelatina vegetale colorata, che si aprono e rilasciano vernice non appena entrano a contatto con il bersaglio. In una partita, per distinguere i colpi dal fuoco amico, di solito viene utilizzato un colore per ciascuna squadra.

Il softair, invece, utilizza repliche di armi reali; una soluzione che molti giocatori preferiscono. Il grado di realismo delle repliche dipende dalla qualità dei modelli o dei marchi che scegli. Alcune di queste sono realizzate con tanta cura che viene difficile distinguerle a occhio nudo dalle armi da fuoco originali. Per di più, anche i suoni emessi da ogni modello imitano il rumore effettivo prodotto dall’arma che replica.

Nel softair, vengono utilizzate sfere in PVC da 6 millimetri. Normalmente pesano 0,20 grammi, anche se ci sono proiettili che pesano di più. A differenza di quanto avviene nel paintball, non lasciano un segno visibile quando colpiscono. Pertanto, si gioca partendo dal presupposto che ogni giocatore sia abbastanza onesto da riconoscere di essere stato colpito.

Attrezzatura da softair vs attrezzatura da paintball

Se è vero che in entrambi i giochi l’obiettivo è quello di eliminare gli avversari, le regole, le attrezzature e gli attrezzi utilizzati nel paintball e nel softair sono diversi.

Meccanismo di ricarica

Nel paintball, il marcatore viene caricato attraverso un procedimento abbastanza scomodo: il marker deve essere tenuto in posizione verticale per un corretto caricamento dei paintball.

Nel softair, invece, è molto più semplice ricaricare colpi. Le repliche si avvicinano molto alle armi da fuoco del mondo reale. Le palline di plastica assomigliano ai proiettili e vengono caricate attraverso i caricatori proprio come avviene con le vere armi da fuoco.

Munizioni

I marcatori sono grandi e il caricatore a tramoggia è ingombrante, rendendo difficile il trasporto dell’arma.

Le munizioni per softair possono invece essere inserite in un caricatore di dimensioni normali, il che permette un’azione più dinamica.

Equipaggiamento

A causa del più alto tasso di impatto dei paintball, vedrai spesso paintballer professionisti indossare un’armatura leggera simile all’armatura del motocross e sempre con protezione integrale.

I giocatori di softair indossano come minimo occhiali di sicurezza, ma tendono a rinforzarsi per partite ravvicinate in cui i colpi rischiano di essere scaricati dalla breve distanza. La protezione completa del viso è comunque raccomandata poiché, indipendentemente dalla potenza della pistola, un BB al viso farà male.

Ruoli dei giocatori

I ruoli dei giocatori di softair si basano sul tipo di armi. In base al tipo di replica utilizzata, si vanno a definire diversi tipi di ruoli che nel paintball sono assenti. Per esempio, i fucili lunghi sono usati dai cecchini; i fucili e le granate sono usati dalle truppe d’assalto; i fucili d’assalto vengono impiegati per aprire le porte e chiudere gli angoli; i cannoni automatici sono materia degli specialisti di armi pesanti. In alcune gare, soprattutto in quelle con scenari più lunghi, è persino possibile trovare dei medici tra le fila delle squadre.

Nel paintball c’è meno varietà e i tutti i giocatori partono con la stessa dotazione. I ruoli dei giocatori di paintball si basano sulla loro esperienza e sulle loro preferenze e tutti possiedono le stesse armi. La tecnologia adoperata nel paintball viene utilizzata da forze militari, forze dell’ordine, organizzazioni para-militari e di sicurezza per integrare l’addestramento militare, la risposta alle sommosse e la soppressione non letale di sospetti pericolosi.


Scopri un vasto assortimento di repliche softair, munizioni, accessori ed equipaggiamenti su Armi Antiche San Marino.