Pistole Softair

PISTOLE SOFTAIR – TUTTO QUELLO CHE DEVI SAPERE

Cosa sono, quali tipi esistono, come potersi orientare e quali sono gli argomenti più interessanti in questo contesto. Vengono chiamate anche REPLICHE, questo perché le pistole per softair (che vengono anche chiamate “softgun” in generale, quindi non solo pistole ma anche fucili ecc.) sono realizzate con le stesse caratteristiche esteriori delle vere pistole classiche che tutti noi abbiamo almeno visto in film e serie televisive.
Sono quelle impiegate per partecipare all’omonimo gioco, appunto il softair. In maniera più organizzata, il gioco viene anche chiamato “simulazione militare”, in ogni caso consiste generalmente nel creare squadre che si confrontano “sparandosi” pallini sferici chiamati BBS e che di solito hanno un diametro di 6 millimetri. I pallini sono generalmente in ceramica o materiale plastico, begli ultimi anni però sono diventati più diffusi i pallini biodegradabili in quanto consentono di non inquinare l’ambiente.
Il softair infatti, spesso viene giocato in boschi o comunque in ambienti naturali con cespugli, erba e vegetazione in genere; in questi contesti naturali è molto difficile provvedere ad una adeguata bonifica del territorio dopo le sessioni di softair, motivo per il quale è fortemente consigliato utilizzare pallini biodegradabili per non compromettere la natura. Quando il softair o la simulazione militare viene praticata in ambienti chiusi (come veri e propri locali allestiti per lo scopo oppure in fabbriche o magazzini abbandonati), diventa più semplice la raccolta dei BBS usati in quanto la pavimentazione è più o meno liscia.
I pallini da 6 mm per softair non esistono solo in ceramica o biodegradabili, ne esistono anche metallici (per esempio in rame) per avere una diversa massa. Sui cataloghi di softair infatti, si trovano pallini con varie grammature, i più utilizzati sono quelli da 0,20 grammi o 0,25 grammi ma ne esistono anche più leggeri (0,10 grammi per esempio) e con massa più elevata (0,30 gr., 0,36 gr., ed anche oltre 0,40 grammi). Per giocare a softair le ASG (air soft gun) come appunto le pistole, devono avere una potenza entro 1 joule. La potenza di sparo è data dal prodotto della velocità del pallino e dalla sua massa. La forza con la quale la pistola spara il pallino dipende però anche dalla massa del pallino stesso, per questo motivo, cambiando la massa del BBS, la potenza finale rimarrà pressoché invariata.
Prima di parlare in modo più approfondito, torniamo un attimo sui giocatori di questo “sport”. Vogliamo fare notare che l’allestimento non finisce con la vera e propria arma da softair ma prosegue con tutto quello che riguarda l’abbigliamento tattico come ad esempio scarponi tattici, pantaloni mimetici, giacche e gilet mimetici, tute complete e cinturoni mimetici, elmetti mimetici e per ultimi ma primi primi per importanza occhiali balistici per la protezione degli occhi dai pallini vaganti e guanti tattici per la protezione delle mani.
Vi è poi una sterminata gamma di accessori che servono ad implementare la softgun, basti pensare alle ottiche di puntamento (ve ne sono economiche e accessibili a tutti ma anche di sofisticate e talmente precise da costare migliaia di euro), i visori notturni per giocare a softair o alle simulazioni militari dopo il crepuscolo, punti rossi (chiamati spesso red-dot e che sono disponibili anche con luce verde), torce a led e laser e tanto altro ancora. Per tornare al focus di questo argomento, vediamo in sintesi come sono fatte le pistole da softair e come possono essere suddivise in categorie.


Repliche pistole storiche.

Sono le riproduzioni di armi antiche e famose (magari utilizzate durante i conflitti mondiali o anche prima) costruite più o meno fedelmente sulla base delle pistole originali veramente funzionanti. La differenza sta ovviamente nel tipo di proiettile (quasi sempre pallini da 6 mm di cui abbiamo appena parlato) e nella potenza che – come detto – deve rimanere entro 1 joule per poter essere impiegata regolarmente nel gioco del softair.


Repliche di pistole con carrello fisso o a tamburo.

Sono le classiche pistole conosciute più o meno da tutti che hanno un funzionamento con carrello fisso o con tamburo rotante. In queste pistole da softair, premendo il grilletto viene sparato il Bbs ma senza movimenti di parti meccaniche esterne. Nelle pistole a tamburo per softair (abbastanza rare a dire il vero) il tamburo può avere un effetto di rotazione che simula il funzionamento delle vere pistole e può avere anche funzione di posizionare i pallini per il colpo successivo.


Repliche di pistole scarrellanti.

Sono forse le più interessanti ed apprezzate. Come le sorelle reali dalle quale derivano, utilizzano un sistema meccanico che fa arretrare il carrello (la parte superiore della pistola che sta sopra alla canna) ad ogni sparo, creando appunto l’effetto scarrellante, effetto che rende la pistola molto realistica. Sono tra le pistole più richieste dai giocatori di softair e come quelle a carrello fisso, possono essere alimentate da diversi sistemi che andremo a vedere tra un attimo.


Vediamo ora i tipi di alimentazione:


Pistole a molla con caricamento manuale.

Sono le softgun più semplici e di solito con prezzo più abbordabile. Sono repliche di pistole famose che utilizzano un caricamento manuale (generalmente attraverso l’arretramento del carrello) per precaricare una molla. Nelle migliori pistole da softair a molla, la molla stessa – quando rilasciata premendo il grilletto – spinge un pistone dentro ad un cilindro che genera una pressione di aria, tale aria in pressione fa fuoriuscire il pallino in velocità creando appunto lo “sparo”. Queste pistole per softgunner possono essere realizzate in vari materiali, ma di questo parleremo in modo più approfondito più avanti quando parleremo appunto dei materiali normalmente impiegati per la costruzione di pistole per softair. Prima proseguiamo con le altre tipologie di alimentazione.


Pistole a gas o green-gas.

Sono tra le pistole più diffuse tra i softgunner, vengono alimentate dal gas in pressione che si trova di solito in un serbatoio integrato nel caricatore. Quando si preme il grilletto, una valvola rilascia una determinata quantità di gas che proietta il pallino fuori dalla canna. La ricarica del serbatoio avviene tramite piccole bombole (di solito con capacità di 500 – 1000 ml) che contengono gas o green gas in pressione. Per tenere lubrificata la pistola, alcune bombole di gas contengono anche una piccola percentuale di lubrificante, generalmente a base siliconica.
Le pistole a gas sono molto valide e divertenti da usare, il loro principale limite (che a volte fa preferire altri tipi di alimentazione che tra poco andremo a vedere) sta nella perdita di potenza quando vengono impiegate a bassa temperatura. Il gas contenuto nel caricatore infatti, è fortemente influenzato dalla temperatura esterna (effetto Boyle) fenomeno che ne fa ridurre la potenza con l’abbassarsi della temperatura. In linea di massima, possiamo dire che le pistole funzionanti a gas non sono molto adatte per utilizzo invernale, specialmente in zone con temperature molto rigide.
Negli ultimi anni, i migliori produttori di articoli per softair, hanno messo in commercio bombole di green gas ad alte prestazioni (anche con pressioni di 150PSI e con lubrificante) che consento di ridurre questo fastidioso effetto; anche se non annullato, questi speciali gas per pistole softair hanno ridotto la perdita di potenza, almeno fino a temperature non troppo basse.
Le pistole a gas, come tutte le altre tipologie, possono essere a carrello fisso o scarrellanti. Nelle pistole a carrello fisso, l’energia del gas viene impiegata esclusivamente per lo sparo del pallino fuori dalla canna. Nelle pistole scarrellanti (le più gustose da utilizzare), parte del gas viene impiegato per far funzionare il meccanismo che consente l’arretramento del carrello (effetto scarrellante). Sulle pistole a carrello fisso, l’autonomia della pistola (numero di pallini che è possibile sparare con una ricarica di gas) può essere superiore rispetto ad una pistola analoga con sistema di arretramento carrello.


Pistole alimentate a Co2.

Altra categoria di ASG interessante è quella delle pistole alimentate a Co2. Il funzionamento è del tutto simile a quello delle pistole funzionanti a gas o a green-gas di cui abbiamo appena parlato. Nel caricatore della pistola vi è un alloggiamento nel quale viene inserita una capsula di anidride carbonica ad alta pressione. Normalmente le capsule di Co2 hanno capacità di 12 grammi ma esistono anche altre capacità. La pistola per softair alimentata a Co2 ha una valvola differente ed ha un caricatore costruito in modo diverso. La capsula contenente Co2 viene inserita nel caricatore dove una vite (che si avvita con chiave a brugola) la comprime verso la valvola che fora la bomboletta stessa e ne preleva la pressione quando viene premuto il grilletto.
Per il resto – come anticipato . Il funzionamento è del tutto simile a quanto avviene nelle pistole a gas, l’anidride carbonica in pressione proietta il pallino fuori dalla canna generando lo sparo. Anche questa tipologia di pistole softair può essere realizzata con carrello fisso (a volte sono chiamate anche a canna fissa) o con carrello mobile (pistole scarrellanti a Co2). Valgono le stesse considerazioni fatte per le pistole a gas; normalmente le repliche a Co2 scarrellanti forniscono un feedback più realistico, specialmente se realizzate in full-metal, argomento che tratteremo più avanti.
Per completare l’argomento di queste ultime categorie di pistole, dobbiamo rispondere ad una domanda molto ricorrente, ovvero:

Che differenza c’è tra una pistola alimentata a gas ed una alimentata a Co2?

Le principali differenze sono legate alla modalità di ricarica, al funzionamento alle basse temperature ed alla potenza. Vediamo in sintesi questi tre punti. La ricarica di una pistola a gas o green-gas (che è la stessa cosa in quanto la definizione fa riferimento a un ridotto impatto ambientale per il green gas) avviene tramite una bombola che abbiamo detto ha di solito una capacità di circa 500 – 750 – 1000ml. Questa va agitata e poi – tenendola in alto con il suo ugello rivolto verso il basso – premuta contro la valvola di ricarica del caricatore della softgun a gas. L’operazione è quindi molto facile e veloce.
Le pistole a Co2 hanno una procedura un pochino più lenta; si deve estrarre il caricatore, svitare la vite a brugola che tiene premuta la ricarica di Co2 esausta, estrarre la ricarica, inserire la nuova ricarica Co2, riavvitare la vite a brugola fino alla foratura della capsula stessa. Questa operazione, se pure semplice, richiede più manovre e più tempo rispetto alla ricarica di una pistola a gas (che è identica procedura della ricarica di un normale accendino per fumatori). Abbiamo detto che vi sono differenze legate anche al funzionamento a basse temperature. L’anidride carbonica in pressione infatti, è quasi del tutto esente dall’effetto Boyle di cui abbiamo accennato sopra. Con l’abbassarsi della temperatura esterna, la pressione rimane quasi uguale, le pistole softair a Co2 sono quindi più adatte per utilizzo invernale con climi rigidi.
Per quello che riguarda la potenza di queste ASG, dobbiamo segnalare che – soprattutto con ricariche di Co2 “piene” – questa può essere superiore al valore di 1 joule. Questo fattore viene comunemente detto “over-joule” e rappresenta appunto il superamento della soglia concessa nel gioco del softair. Ovviamente questo fattore dipende dal tipo di pistola, non tutti i modelli di softgun hanno identica potenza, diciamo che alcune pistole potrebbero proiettare fuori il pallini con una potenza un pochino superiore al Joule, almeno fino a quando la bomboletta di Co2 è alla massima pressione iniziale.


Pistole elettriche.

Rappresenta una categoria ricca di modelli. Queste pistole funzionano a batteria, nel calcio della pistola quindi, oltre ai pallini, non sono previsti serbatoi di gas o bombolette di Co2 ma un alloggio nel quale è inserito un piccolo pacco batterie. Quando si preme il grilletto, la batteria alimenta un motore elettrico (motore a spazzole in corrente continua) che tramite un sistema di ingranaggi denominato gear-box, provvede al caricamento di una molla. La fase successiva è del tutto simile a quanto avviene sulle pistole a molla a caricamento manuale. La molla crea una pressione attraverso lo scorrimento di un pistone all’interno di un cilindro; l’aria così compressa spinge il pallino fuori dalla canna. Le pistole elettriche per softair possono essere di tipo a canna fissa o scarrellanti. Nel caso di queste ultime, il gear-box, oltre che occuparsi di posizionare il pallino e pre-caricare la molla, compie anche un movimento di arretramento del carrello.


Materiali di realizzazione.

Le repliche di postole possono essere realizzate in vari materiali. Le softgun più economiche sono di solito realizzate con polimeri/ABS mentre le repliche più realistiche hanno una esecuzione full-metal, ovvero con tutte le parti principali realizzate in metallo. Molte pistole per softair hanno una realizzazione composita, ovvero utilizzano polimeri /ABS per alcune parti eterne della pistola (impugnatura, corpo esterno, carrello ecc.) e metalli per la realizzazione della canna, dei meccanismi interni ed altri compomenti.
Le migliori pistole elettriche ad esempio, utilizzano gear-box full-metal per avere la massima affidabilità, per quello che riguarda le parti in comune con le varie tipologie di pistole, possiamo segnalare il grilletto, il carrello, la canna, il gruppo aria (formato da cilindro, spingi-pallino, pistone, testa pistone) e che possono essere realizzati in metallo o in materiali plastici.


Cosa ricordare se compri una pistola da softair.

Giocare a softair è molto divertente, se ne sono accorte anche persone che in età adulta (o molto adulta) hanno avuto occasione di giocare per la prima volta, magari in occasione di un ritiro aziendale con i colleghi. Se non lo hai mai fatto provalo, potrebbe diventare il tuo passatempo preferito. Ricorda sempre che le pistole da softair, cosi come le altre ASG, non sono pericolose, però è assolutamente necessario proteggere gli occhi. I pallini vaganti possono procurare danni ai tuoi occhi ed a quelli dei tuoi compagni di gioco.
Assicurati di indossare sempre dei semplici occhiali di protezione, sono occhiali balistici che puoi comprare con pochi euro. Rifiuta di giocare con chi non indossa occhiali di protezione! Costano poco e proteggono gli occhi. Se puoi vuoi, puoi proteggere anche le mani con specifici guanti tattici per softair, anche questi possono essere comprati con pochi euro e proteggono le mani da pallini che possono essere fastidiosi sulla pelle nuda, specialmente da distanze ravvicinate. Per a protezione del viso puoi anche utilizzare maschere specifiche per softair.


Note per pistole softair in generale.

Quando compri una pistola per softair, ricordati di acquistare anche una confezione di pallini adatti alla tua ASG, generalmente i pallini ceramici da 0,20 grammi sono adatti a tutte le pistole a gas, a Co2, elettriche ed a molla manuali. Verifica se nella descrizione della pistola che vuoi ordinare ci sono suggerimenti ed indicazioni sui pallini da utilizzare, sono praticamente sempre da 6 millimetri ma controlla sempre. Come detto all’inizio di questo articolo, se utilizzi la pistola in spazi naturali cerca di preferire pallini biodegradabili, è importante per l’ambiente quando non puoi o non riesci a bonificare il terreno sul quale hai giocato a softair.


Note per pistole elettriche.

Se compri una pistola da softair elettrica, sia questa con carrello fisso, sia questa di tipo scarrellante, verifica se nel kit è compresa la batteria ed il relativo caricabatterie. Alcune pistole elettriche includono tutto, altre sono sprovviste di batteria e di caricabatterie per consentirti di utilizzare pacchi batteria per softair già in tuo possesso e consentire un prezzo iniziale più basso. In questi casi, dovrai mettere nel carrello anche una batteria adatta ed un caricabatterie idoneo al tipo di batteria. Ne esistono di vari tipi, verifica nella scheda tecnica della pistola che alimentazione ha (tensione batteria) e che attacco ha (tipo di connettore per innesto batteria).


Note sulle pistole a gas, green-gas e Co2.

Se decidi di comprare una pistola alimentata a gas o a Co2 ricordati di comprare anche una bombola per la ricarica delle prime o una confezione di ricariche Co2 per le seconde. Le bombole di green gas sono di solito vendute con capacità di 500ml, 600ml, 750ml o 1000ml, esistono però anche altre confezioni con diverse capacità. Quando specificato “green gas” significa che la miscela di gas utilizzata è a minor impatto ambientale, se la confezione specifica “con lubrificante” significa che al suo interno è presente una piccola percentuale di lubrificante (di solito di tipo siliconico), se utilizzi questo tipo di gas non hai bisogno di lubrificare ulteriormente le parti interne della pistola ma può essere necessario pulirla più spesso se utilizzata in ambiente sporco e polveroso. Per le pistole alimentate ad anidride carbonica valgono le stesse considerazioni, la differenza è che dovrai ordinare delle capsule (chiamate anche cartucce o bombolette o ricariche) di Co2 in quanto nel kit generalmente non sono comprese. Se ti dimentichi di ordinare le bombole di gas o le ricariche di Co2 rischi di non poter nemmeno provare la pistola da softair!


Che autonomia ha una pistola a gas o a Co2

Non abbiamo una risposta univoca, molto dipende dal tipo di pistola, dal tipo di gas o ricarica Co2 e dalle condizioni atmosferiche. Per dare una idea puramente indicativa e che consenta di prevedere (sempre indicativamente) i costi delle ricariche, possiamo dire che una bombola di green gas di ottima qualità (con lubrificante) da 1000 ml può consentire fino a circa 100 ricariche di un normale caricatore per pistola da softair con capacità di circa 20-24 colpi. Come ripetiamo, questo dipende molto da varie condizioni, diciamo che con temperatura ambiente di circa 20°C e green gas di alta qualità si possono ottenere circa questo numero di ricariche. Per quanto concerne invece le ricariche di Co2, se parliamo delle classiche cartucce da 12 grammi, queste possono consentire di sparare circa 75/85 colpi, anche qui, il tipo di pistola e la qualità della ricarica incidono molto su questo risultato.


Bersagli per softgun.

Le ASG possono dare soddisfazione non solo nel gioco in compagnia ma anche quando si è soli. Puoi ordinare qualche bersaglio da softair o realizzartene uno in casa con cartone, oppure con polistirolo. Puoi disegnare bersagli o cerchi concentrici e divertirti ad affinare la mira, anche al chiuso in pochi metri. In questo caso potrai utilizzare qualunque tipologia di Bbs, anche in ceramica o di tipo plastico, diverse grammature possono andare comunque bene se compatibili con la pistola utilizzata. Anche in questo caso suggeriamo di utilizzare occhiali di protezione in quanto i pallini possono rimbalzare su superfici rigide come muri, tavoli, mobili ecc. Tieni presente che una buona pistola a gas con pallini da 0,23 grammi o 0,25 grammi può essere in grado di forare una normale lattina di bibita vuota da una distanza di circa 2 metri.


Quanto costa una pistola per softair.

Quando parliamo di pistole da softair non parliamo di giocattoli di plastica da 10-15 euro, questi articoli non hanno sufficiente qualità, prestazioni ed affidabilità. Non parliamo mai di questa fascia di prezzo e di articolo. Una valida pistola per softair, puo costare attorno ai 50 euro se costruita in polimero/ABS, normalmente una pistola a carrello fisso (o canna fissa) costa un pochino in meno di una versione analoga scarrellante, questo per via di una meccanica che è leggermente semplificata sulle varianti a carrello fisso.
Le pistole full-metal, ovvero quelle realizzate con corpo, canna, impugnatura e carrello in metallo, sono quelle che hanno normalmente un costo un pochino superiore. Per fare un esempio, una valida pistola a green gas scarrellante con esecuzione full-metal, può costare attorno ai 100 euro. Parliamo comunque di marchi di qualità che realizzano ASG di buon livello, buona qualità costruttiva e buona potenza/precisione. Esistono poi versioni ibride prodotte con parti in metallo e parti in polimeri/ABS, queste rappresentano una via intermedia per quello che riguarda i prezzi. Come accennato in precedenza, una pistola full-metal regala un feedback più realistico rispetto ad un modello uguale realizzato in polimero o polimero-metallo. Le pistole in polimero/ABS più leggere pesano meno di 500 grammi, una pistola a green gas scarrellante supera tranquillamente i 1000 grammi fino ad arrivare a pistole da 1,2 – 1,4 Kg di peso.


Quanto costano le ricariche gas o Co2 per ASG.

Per quello che riguarda i costi di gestione di softgun a gas o Co2, i costi sono abbastanza contenuti. Una ricarica di Co2 da 12 grammi può costare circa 50 centesimi ma dipende dalla quantità e dalla qualità del produttore, ne esistono anche con lubrificante incorporato e prezzo valido. Una bombola di buon green gas con lubrificante, di marca, può costare circa 12 euro ma anche in questo caso esistono offerte per quantità o codici sconto per iscritti alle newsletter.


Kit di potenziamento ASG.

Sono kit formati da vari componenti che hanno lo scopo di potenziare la softgun oppure renderla più affidabile e più precisa. Nelle pistole semplici a molla (quelle di qualità accettabile) i kit di potenziamento sono composti di solito da una molla maggiorata e dai componenti del gruppo aria, quindi pistone, spingi-pallino, testa pistone ed eventuale cilindro. Può completare il kit di potenziamento anche un sistema hop-up regolabile e di maggiore qualità. Nelle pistole a gas, green gas e Co2, i kit di potenziamento sono per lo più legati a canne di precisione con speciali lavorazioni della parte interna della canna, valvole gas migliorate, sistemi hop-up migliorati.
Le pistole elettriche sono quelle che hanno maggiori componenti interni e quindi maggiori possibilità di potenziamento. Si parte dalla batteria (che può essere sostituita con una di maggiore capacità), dal motore elettrico, che può essere sostituito con uno a maggiore velocità/coppia, al sistema gear-box che può essere migliorato, rinforzato, ottimizzato (spessorato e lubrificato) o sostituito completamente con un gear-box full-metal dalle migliori caratteristiche, per poi arrivare al gruppo aria e alla molla. Questa ultima parte è simile a quanto avviene sulle pistole a molla con caricamento manuale, ovvero riguarda l’eventuale sostituzione della molla con una avente maggiore carico, sostituzione degli elementi di compressione dell’aria ed eventuale ottimizzazione della canna della pistola.


Migliori marchi ASG.

Fra i migliori brand disponibili che commercializzano repliche di pistole per softair possiamo citare AW Custom, Beretta, CAA Airsoft Division, Cybergun, Cyma, G&G, HFC, ICS, Keymore, KWC, Smart, Socomgear, Tokyo Marui, Umarex.


Video unboxing ASG.

Se vuoi vedere alcuni interessanti video che presentano come sono fatte le pistole ed i loro accessori e conoscerne le principali caratteristiche puoi consultare questa nostra sezione nella quale abbiamo raccolto alcuni video di unboxing (dove vedere anche la confezione, eventuale valigetta e tutti gli accessori della softgun) oppure video descrittivi che presentano le caratteristiche più salienti ed i dati più importanti di alcune pistole che abbiamo potuto testare.

Ecco la sezione video softair


Altri argomenti tecnici sulle softgun.

Se vuoi conoscere più nel dettaglio alcuni aspetti specifici, puoi trovare su questo stesso blog argomenti riguardanti il funzionamento dei sistemi hop-up, articoli che spiegano come è fatto e a cosa serve il gear-box, articoli che parlano dei motori per softair e di come è possibile elaborarli, articoli relativi a tutte le parti elettriche che compongono una ASG con questa alimentazione ed altro ancora.


Alcuni esempi di pistole alimentate a gas – green gas.

Pistola a gas modello Colt GPM1911CP scarrellante marca G&G
Pistola scarrellante a gas full metal modello 1911 MEU
Pistola scarrellante a gas VX7 Mod. 2 Stile Glock 17 G17 GBB
Pistola scarrellante a gas VX9 MOD.1 Mos stile Glock 19 G19 GBB
Pistola scarrellante a gas Glock G18 FORCE T1 Custom
Pistola a gas F228 Blowback
Pistola scarrellante a gas PX4 Bulldog
Pistola scarrellante a gas Luger P08 full metal
Pistola scarrellante a gas FN FIVE-SEVEN marca Cybergun
Pistola scarrellante a gas M&P9 Smith & Wesson
Pistola scarrellante a gas VX7 MOD.3 Mos stile Glock 17 G17 GBB
Pistola scarrellante a gas HI-CAPA HX2301
Pistola scarrellante a gas M92F Tokyo Marui
Pistola MK-I a gas costruzione in polimero KJWorks
Pistola scarrellante a gas CT25
Pistola scarrellante a gas Glock 18C Umarex by VFC
Pistola scarrellante a gas Beretta GPM 92F G&G
Pistola scarrellante a gas VP9 Heckler&Koch Umarex
Pistola a Gas PX4 Bulldog Blowback
Pistola a gas Glock G17 WET Blowback FORCE


Alcuni esempi di pistole a molla con caricamento manuale

Pistola a molla COLT 25
Pistola a molla FNS-9 FN Herstal Cybergun
Pistola a molla COLT MK IV
Pistola a molla 1911 classic Vigor
Pistola a molla 1911 tattica Vigor
Pistola a molla Glock 17 Vigor
Pistola a molla PX4 CCCP
Pistola a molla P226 in metallo Golden Eagle
Pistola a molla P226 Baby in metallo Golden Eagle
Pistola Beretta PX4 a molla rinforzata con carrello in metallo (Loghi BERETTA)
Pistola a molla in metallo Taurus PT92
Pistola a molla Colt 1911 in metallo Golden Eagle
Pistola a molla Beretta 90 TWO Umarex


Alcuni esempi di pistole alimentate a Co2

Revolver a Co2 Rhino 50DS 357 Magnum 6 mm HARLEY QUINN Edizione Limitata
Pistola scarrellante a Co2 M9 A3 full-metal FDE Beretta by Umarex
Pistola a Co2 PT92 Taurus carrello fisso full-metal marca Cybergun
Pistola carrello fisso a Co2 SP2022 Sig Sauer by Swiss Arms
Pistola a Co2 modello 1911 A1 EDIZIONE LIMITATA – “THE GULF WAR” – Colt by Cybergun Pistola a Co2 Desert Eagle L6 MK XIX .50AE colpo singolo e raffica Cybergun
Pistola a Co2 Glock 17 Gladius Magna VI Secutor
Revolver a Co2 Rhino .357 Magnum 50DS “Charging Rhino” Chiappa Firearms Edizione Limitata
Pistola a CO2 Glock 17 Austria Blowback GEN. 4 – Umarex
Pistola PT24/7 a CO2 scarrellante Taurus By CyberGun
Pistola Baby Desert Eagle a CO2 Fissa Magnum Reaserch by CyberGun
Pistola Colt 1911 Government a CO2 Full-Metal scarrellante – CyuberGun


Alcuni esempi di pistole elettriche (alimentate da batteria)

Pistola elettrica CM128 con gear-box in metallo – marca Cyma
Pistola elettrica CM127 CYMA
Pistola elettrica 92 A1 con MOSFET CYMA
Pistola elettrica 92 A1 con MOSFET CYMA
Pistola elettrica tipo USP by CYMA
Pistola elettrica Beretta 92FS
Pistola COLT elettrica professionale gear-box in metallo CM123
Pistola GLOCK elettrica professionale gear-box in metallo CMO30
Pistola Beretta 92FS elettrica professionale Cyma
Pistola Glock elettrica gear-box in metallo Tactical Version


Se ti è piaciuto questo articolo condividilo e parlane con i tuoi amici, puoi trovare tutte le repliche di pistole ed i loro accessori su questo SHOP ON LINE DI SOFTAIR